Negramaro – Quel Matto Sono Io chords

Chords
Transpose:
Bm        x24432
F#         244322Am7b    x02212
E           022100 G           320033 A           x02220 D           xx0232
BmHo sentito dire che c'e' un matto in giro con le tasche 
F#piene di parole e sogni che nessuno ha realizzato 
Am7b e non sa coltivare se non dentro la sua testa vuota 
Ee dentro le speranze di chi non ha mai deciso niente 
Gsono ancora avvolti in cellophane e carta d'alluminio 
Bme pesano di tutti quei rimpianti che ogni uomo ha dentro 
Ae pensano che siano ottimi rimedi contro il tempo 
perché possa un giorno muoversi in un altro senso  ho sentito dire che quel matto e' ancora in giro adesso  e vomita parole da un megafono che resta spento  e non si da' mai pace fino a quando ogni sguardo e' appeso  alle sue tasche ancora troppo piene di conigli e fiori  e solo adesso me ne rendo conto che non c'e' nessuno in giro  e che e' soltanto quel che penso mentre poi mi guardo intorno  cio' che vedo e' il mio riflesso su uno specchio troppo stanco  di morirmi sempre addosso 
                        Dquel matto son io 
         Ache vorrebbe un cappello piu' grande 
          Bmed un paio di mani piu' attente 
                          G                           Ache nascondan bene perfino alla gente 
il segreto 
      Ddi quel che son io 
             Ache se avessi un cappello piu' grande 
    Bmti terrei da quel mondo distante 
                 G                                Atra fiori e conigli non pesa alla gente il segreto 
Bmdi te 
                  G                        Atra fiori e conigli perfino la gente ha paura 
Ddi me 
ho sentito ridere dell'uomo e delle debolezze  ogni volta che per ogni sbaglio ha perso le certezze  dentro a quel cilindro nero non nasconde piu' sorprese  solo quello che rimane senza trucco e senza attese  sembra un pozzo senza fine e senza fiori da mostrare  i conigli tremano non sanno piu' scappare  poi mi guardo intorno  e' sbiadito il mio riflesso  su uno specchio troppo stanco  di morirmi sempre addosso  quel matto son io  che vorrebbe un cappello piu' grande  ed un paio di mani piu' attente  che nascondan bene perfino alla gente  il segreto  di quel che son io  che se avessi un cappello piu' grande  ti terrei da quel mondo distante  tra fiori e conigli  non pesa alla gente  il segreto  di quel che son io  tu sai chi son io  che se avessi un cappello piu' grande  ti terrei da quel mondo distante  tra fiori e conigli  non pesa alla gente  il segreto di te  tra fiori e conigli  non pesa alla gente  il segreto di me  tra fiori e conigli  perfino la gente  ha paura di me
Please rate this tab:
x1.0